Storie di antifascismo senza retorica
0 0
Risorsa locale

Bertoldi, Arturo - Collini, Max

Storie di antifascismo senza retorica

Abstract: Quelle raccolte e rese vive sul palco e in queste pagine da Arturo Bertoldi e Max Collini sono storie di uno scontro lungo, che dura ancora. Perché il fascismo non finisce nel 1945, ma se è per questo nemmeno l'antifascismo. Non raccontano di una Resistenza generica, quella che per paura di indossare un colore assomiglia sempre più a una macchia grigia, tradendo una storia di lotta che va riconosciuta. In questo libro c'è una Resistenza rossa come il sangue di chi combatté prima e dopo il 25 aprile 1945, "per una libertà diversa da quella americana", come direbbe Gaber.Storie che si rincorrono, tracciando un quadro di continuità che va dall'esperienza di opposizione ai fascismi al potere fino alle suggestioni di altri continenti, sempre alle prese con le battaglie per la giustizia sociale vera e il progresso reale per tutti. "Senza retorica", perché è nelle parole semplici, forti, nei gesti concreti di solidarietà contro la barbarie, che sta il senso vero dell'antifascismo.


Titolo e contributi: Storie di antifascismo senza retorica

Pubblicazione: People, 08/02/2024

ISBN: 9791259792266

Data:08-02-2024

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 08-02-2024

Quelle raccolte e rese vive sul palco e in queste pagine da Arturo Bertoldi e Max Collini sono storie di uno scontro lungo, che dura ancora. Perché il fascismo non finisce nel 1945, ma se è per questo nemmeno l'antifascismo. Non raccontano di una Resistenza generica, quella che per paura di indossare un colore assomiglia sempre più a una macchia grigia, tradendo una storia di lotta che va riconosciuta. In questo libro c'è una Resistenza rossa come il sangue di chi combatté prima e dopo il 25 aprile 1945, "per una libertà diversa da quella americana", come direbbe Gaber.Storie che si rincorrono, tracciando un quadro di continuità che va dall'esperienza di opposizione ai fascismi al potere fino alle suggestioni di altri continenti, sempre alle prese con le battaglie per la giustizia sociale vera e il progresso reale per tutti. "Senza retorica", perché è nelle parole semplici, forti, nei gesti concreti di solidarietà contro la barbarie, che sta il senso vero dell'antifascismo.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.